Galleria

Riportiamo sulla pagina un’opera di ciascun partecipante al corso di Arteterapia. Se ne osservi la forza espressiva: le fantasie si sono tradotte in immagini, commoventi per l’immediatezza del messaggio che esprimono.

Grazie a tutti e aspettiamo nuovi amici che vogliano fare parte del gruppo, ora in presenza.

Musica tra gli abeti del bosco. Natale 2021: Con gli auguri degli artisti del gruppo di arteterapia.

ESTER

Il sasso, i sassi, antichi come il pianeta e trasformati nel tempo dall’acqua e dal fuoco, potenti e straordinari o minuscoli e modesti, fondamenta di costruzioni potenti o frammenti sulle rive delle spiagge del mare o dei fiumi e dei ruscelli. Cos’è un sasso per me? Come lo percepisco e l’apprezzo? (Tiziana ed Ester)

L’autunno se ne va: momento di trasformazione del paesaggio e della natura. Anche i nostri pensieri si trasformano, scossi dall’oro delle foglie, dai contrasti tra luce e ombra. Tra mille colori, ora morbidi ora brillanti, prepariamoci all’inverno. (Francesco)

Tra Natale e l’Epifania. Andiamo con il pensiero a un paesaggio lontano nel tempo e da questo nostro paese: un paesaggio di sabbie, oasi, villaggi antichi tra valli e dirupi. Tre re con i loro cammelli seguono una stella e cercano un bambino nato povero in una stalla, per portargli i loro preziosi doni…
(Graziella)

L’epidemia imperversa, il mondo ci fa paura. Chiusi in casa cerchiamo conforto nella grande libertà del nostro pensiero capace di correre veloce e di grandi magie. Allora perché non volare? In alto: più su, più su… lo spazio del nostro pensiero è immenso, straordinario, potente! Il mondo, là sotto è piccino… (Tiziana

Andiamo a cercare, tra i nostri ricordi e i nostri desideri, un luogo in cui eravamo stati bene e in cui vorremmo tornare, un luogo che ci consoli dalle amarezze e da quelle privazioni che la vita ci impone. Sì, esiste un luogo caro al nostro cuore…  (Mariangela Michela Pinuccia)